LA VOCE DELLA PIAZZA: POLIZIOTTI ALLO STREMO PAESE ALLE CORDE

LA VOCE DELLA PIAZZA: POLIZIOTTI ALLO STREMO PAESE ALLE CORDE

I tagli operati dal 2008 ad oggi hanno tolto al Comparto Sicurezza risorse pari a circa 3 miliardi di euro che hanno inciso negativamente sui i mezzi e le assunzioni che sono bloccate al 50%, con conseguente diminuzione dell’organico e dell’innalzamento dell’età degli operatori. Quindi è sotto gli occhi di tutti il ridimensionamento della capacità operativa delle Forze di Polizia. Inoltre, al personale del Comparto Sicurezza e Difesa dai loro stipendi negli anni 2012 e 2013 sono stati sottratti ben 721 milioni di euro. I poliziotti ed il sistema sicurezza è allo stremo. Il blocco economico presenta seri profili di incostituzionalità, poiché si arriva al paradosso che i promossi di questi anni ricevono un trattamento stipendiale inferiore rispetto a coloro che sono più in basso nella scala gerarchica. Negli anni passati i politici hanno riempito giornali e televisioni di dichiarazioni rassicuranti dicendo che i soldi sequestrati alle mafie sarebbero stati spesi per la sicurezza del Paese. E’ ora che i cittadini sappiano che i poliziotti, nonostante i rischi che corrono quotidianamente nel contrasto al crimine e nella tutela dell’ordine pubblico, non hanno visto un centesimo di ciò che hanno sequestrato e confiscato alle mafie.
Sono queste le questioni di primaria importanza per la categoria e, conseguentemente, per la sicurezza dei cittadini che hanno indotto queste organizzazioni sindacali, SIAP e ANFP, ad organizzare questa giornata di protesta con l’odierno volantinaggio finalizzato a denunciare ancora una volta in maniera decisa la cinica indifferenza del governo rispetto alla difficilissima condizione degli operatori di Forse di Polizia e della Sicurezza del Paese.
Occorre domandarsi quanto costa la criminalità e l’insicurezza al sistema Paese per tornare ad investire sulla sicurezza precondizione per lo sviluppo economico, bene si sta facendo per pagare i debiti della Pubblica Amministrazione con le imprese ma occorre trovare altre risorse, nettamente inferiori rispetto ai debiti da saldare, per sbloccare i contratti ed il trattamento economico dando così ossigeno sia ai poliziotti sia alla ripresa dei consumi interni. Basta con queste politiche che strangolano gli uomini che garantiscono l’ordine pubblico e mettono alle corde il sistema Italia.

Roma, 18 luglio 2013

La notizia del volantinaggio è stata ripresa dalle agenzie di stampa Ansa e Adnkronos 

  • Polizia: Siap-Anfp,domani manifestazione protesta a Pantheon 'Forte disagio poliziotti per blocco trattamento economico' (ANSA) - ROMA, 17 LUG - Domani dalle 9 alle 13 e' stato programmato un presidio con volantinaggio a Roma presso Piazza della Rotonda, di fronte al Pantheon, per manifestare ''il forte disagio che i poliziotti stanno vivendo a causa del blocco del trattamento economico''. Lo affermano i segretari generali dei sindacati Siap e Anfp, Giuseppe Tiani ed Enzo Letizia. ''Siamo allo stremo - lamentano Tiani e Letizia - e' stata superata da tempo la nostra soglia di sopportazione, di privazioni e sacrifici che ci vengono chiesti e imposti, come se fossero condizioni obbligatorie legate alla nostra funzione e missione, mentre invece, vengono penalizzate competenze, professionalita' e la soddisfazione di poter compiere al meglio il nostro lavoro''. ''Negli anni passati - ricordano gli esponenti sindacali - i politici hanno riempito giornali e televisioni di dichiarazioni rassicuranti dicendo che i soldi sequestrati alle mafie sarebbero stati spesi per la sicurezza del Paese. E' ora che i cittadini sappiano che i poliziotti, nonostante i rischi che corrono quotidianamente nel contrasto al crimine e nella tutela dell'ordine pubblico, non hanno visto un centesimo di cio' che hanno sequestrato e confiscato alle mafie, se si continua cosi' rischiamo seriamente di rendere meno efficace ed efficiente il sistema sicurezza, con evidenti ricadute sul servizio da rendere ai cittadini ed al Paese''. (ANSA).
  •  
  •  
  •  
  •  
  • SICUREZZA: DOMANI A ROMA VOLANTINAGGIO ANFP-SIAP CONTRO BLOCCO ECONOMICO Roma, 18 lug. (Adnkronos) - Domani alle ore 9 alle ore 13 e' in programma un presidio con volantinaggio a Roma presso Piazza della Rotonda, di fronte al Pantheon, ''per manifestare il forte disagio che i poliziotti stanno vivendo a causa del blocco del trattamento economico. Siamo allo stremo e' stata superata da tempo la nostra soglia di sopportazione, di privazioni e sacrifici che ci vengono chiesti e imposti, come se fossero condizioni obbligatorie legate alla nostra funzione e missione, mentre invece, vengono penalizzate competenze, professionalita' e la soddisfazione di poter compiere al meglio il nostro lavoro'', sottolineano il segretario generale Siap Giuseppe Tiani e il segretario nazionale Anfp Enzo Marco Letizia. ''Negli anni passati i politici hanno riempito giornali e televisioni di dichiarazioni rassicuranti dicendo che i soldi sequestrati alle mafie sarebbero stati spesi per la sicurezza del Paese. E' ora -rilevano- che i cittadini sappiano che i poliziotti, nonostante i rischi che corrono quotidianamente nel contrasto al crimine e nella tutela dell'ordine pubblico, non hanno visto un centesimo di cio' che hanno sequestrato e confiscato alle mafie, se si continua cosi' rischiamo seriamente di rendere meno efficace ed efficiente il sistema sicurezza, con evidenti ricadute sul servizio da rendere ai cittadini ed al Paese''. 

Negli allegati il volantino, le agenzie di stampa che hanno ripreso la notizia e le agenzie di stampa con i commenti di alcuni parlamentari

Seguendo il link di seguito indicato, alcuni momenti del presidio del 18 luglio 2013

www.flickr.com/photos/[email protected]/