SINDACATO ITALIANO APPARTENENTI ALLA POLIZIA - IL SINDACARO DEI POLIZIOTTI

Ultime Notizie
04 febbraio 2014 | Primo piano

BOLLETTINO SETTIMANALE NR. 02 - NELLE REGOLE L'ESSENZA DELLA DEMOCRAZIA

Le immagini che a più riprese i media stanno riproponendo in questi ultimi giorni sul clima, a dir poco, infuocato nel nostro Parlamento, ci addolorano sia come cittadini che come uomini dello stato e difensori strenui delle libertà democratiche. Non tocca a noi certo analizzare il merito delle rivendicazioni dei parlamentari delle diverse compagini, ma sul metodo non possiamo che stigmatizzare (...)

  Scritto da siappolizia   |     Hits: 1357

...

 i comportamenti di coloro i quali hanno usato violenza sulle persone e oltraggiato il Parlamento Italiano con comportamenti disdicevoli ed in violazione dei regolamenti. Ma quelle immagini mi riportano alla mente, prepotente, il famoso discorso di Mussolini quando affermò che poteva “… fare di questa Aula sorda e grigia un bivacco di manipoli: potevo sprangare il Parlamento e costituire un Governo esclusivamente di fascisti …”. Possibile che siamo un Paese senza memoria? Che l’esperienza del passato non ci insegni nulla? Siamo fermamente convinti che si possa fare opposizione costruttiva, così come si possano cercare alleanze e coalizioni nel momento in cui è in gioco la sopravvivenza stessa delle istituzioni democratiche. I De Gasperi e Togliatti prima ed i Moro e Berlinguer poi, quando si è trattato del bene del Paese non si sono arroccati sulle loro posizioni ideologiche ma hanno cercato la via del dialogo e del confronto, seppur duro ed aspro, ma nel rispetto delle reciproche diversità, anche nell’aspetto formale che il varcare la soglia del tempio della democrazia, a mio avviso, impone. Il Paese reclama non uno stato di guerra ma la ricerca di strade condivise per uscire da una crisi che, purtroppo, sta uccidendo la nostra economia, dissanguando le famiglie e riducendo drasticamente il potere di acquisto degli stipendi, almeno per quelli che ancora lo percepiscono. Anche quelli dei poliziotti che non sono certo una casta. Nel frattempo prosegue a ritmo serrato il confronto con l’Amministrazione sulle linee guida della legge delega per il Riordino delle carriere. Nel corso dell’ultimo incontro del 30 gennaio u.s. è stato sottolineato da tutte le Organizzazioni Sindacali presenti come, ad oggi, non siano ancora disponibili alcuni dati essenziali per la definizione della fase transitoria e a regime per i passaggi tra le varie qualifiche e tra i vari ruoli. Sul punto, da parte dell’Amministrazione è stata manifestata disponibilità ad accogliere quanto richiesto dal Sindacato. La riunione è stata aggiornata alle ore 10.30 del prossimo 5 febbraio.

Galleria Immagini

Scarica le risorse allegate

Pubblicato martedì 04 febbraio 2014 alle ore 11:03.